Il Piano della Luce di Vienna

Quasi 150.000 apparecchi per orientare, illuminare e dare un senso di sicurezza

Il Piano della Luce di Vienna

Schönbrunn Palace is illuminated by Terra and Noctis Maxi floodlights

 IL PIANO IN NUMERI:

  • 150.000 apparecchi
  • 51.000 MWh all'anno (2006)
  • 5% di riduzione del consumo energetico entro il 2015
  • 1.710 tonnellate di CO2 in meno entro il 2016


Illuminare per il beneficio di tutti

Vienna ha sempre avuto un interesse particolare per la pubblica illuminazione, con l'intenzione di curarla in tutta la città, sia nel centro storico sia nelle zone più periferiche. L'obiettivo di garantire comfort e sicurezza per tutti, nel rispetto di criteri di alta qualità e delle norme, non è nuovo. E' questa la ragione per cui Vienna ha un livello di criminalità relativamente basso per l'Europa?

Un Piano della Luce per Vienna

Nel 2006, il Dipartimento Municipale per la Pubblica Illuminazione, identificato con la sigla MA33, ha delineato il piano della luce di Vienna, di recente pubblicazione, in collaborazione con il Dipartimento Municipale di Architettura MA19. I lighting designer Iris e Michael Podgorschek di podpod design e i consulenti del centro studi sul traffico FCP hanno stabilito le linee guida per l'illuminazione urbana per i prossimi anni.
Nel mese di aprile 2008, il piano della luce di Vienna è stato pubblicato. Aspetti tecnici ed estetici, di sicurezza, di risparmio energico, di comfort visivo, di contenimento dell'inquinamento luminoso e degli effetti dannosi della luce sulla biodiversità: tutti questi aspetti sono stati tenuti in attenta considerazione, spiegati e analizzati nel piano.

 Iris and Michael Podgorschek  - podpod design  

I fratelli Iris e Michael Podgorschek di podpod design ci hanno illustrato il piano della luce.

Come è nata l'idea di questo piano della luce?
Iris Podgorschek: Il Dipartimento della Pubblica Illuminazione dei Vienna - detto MA33 - ha avuto l'iniziativa nel 2006 e ci ha contattati. Hanno ritenuto necessario definire delle linee guida per l'illuminazione di strade e edifici per i prossimi 10 o 15 anni.
Michael Podgorschek: Ma questo piano della luce non è un documento statico. E' in continua evoluzione e dovrà continuare a esserlo. Dovrà essere adeguato in base ai nuovi prodotti sul mercato, alle nuove tecnologie, e ovviamente allo sviluppo urbanistico della città.

Quali obiettivi sono stati perseguiti?
M.P.: Abbiamo lavorato molto sulla topografia della città: quartieri, strade, edifici, parchi pubblici. Tutti questi ambiti hanno la loro gerarchia durante il giorno, che doveva essere trasferita alla lettura notturna. E' stato necessario definire una chiara struttura del paesaggio urbano notturno determinando il tipo di luce più appropriata per ogni spazio.
I.P.: Nelle aree pedonali, ad esempio, è necessaria una luce di colore bianco caldo perché è essenziale il riconoscimento visivo. D'altra parte, le strade a traffico veicolare possono benissimo essere illuminate con sorgenti al sodio ad alta pressione. Per monumenti ed edifici, la luce bianca è una scelta logica ma i livelli non devono essere gli stessi per tutti, sia per quelli più prestigiosi sia per quelli più ordinari.

Come avete identificato i criteri necessari per un'illuminazione di qualità, e come ne avete stabilito la gerarchia?
M.P.: La luce gioca diversi ruoli, e alcuni criteri sono di vitale importanza.
La sicurezza per esempio, è un parametro fondamentale. Vienna ha una tradizione di luce di qualità che risponde a standard elevati in tutta la città, sia nel centro sia nei distretti più remoti. Ritengo la luce un elemento chiave, dal momento che Vienna è una delle più sicure metropoli occidentali, con un livello di criminalità notevolmente inferiore a quello di altre paragonabili città europee. Illuminare la notte non è un lusso. E' necessario per rassicurare tutti gli utenti della città, non ultimi anziani, bambini e persone a mobilità ridotta.

Qual è il vostro approccio all'illuminazione urbana?
I.P.: L'illuminazione è un elemento fondamentale nel dare identità a una città o a un quartiere. L'illuminazione che sottolinea un edificio o una strada diventa per i pedoni fonte di informazione e punto di riferimento.
Una piccola chiesa locale non sarà illuminata nello modo di una cattedrale o del teatro dell'opera nel centro della città. L'illuminazione permette di classificare gerarchicamente i monumenti per renderli più comprensibili per le persone. E' ciò che rende possibile capire e "leggere" la città nelle ore notturne.
M.P.: La luce è significativa anche per l'orientamento. Una persona a spasso per Vienna di notte coglierà i segnali dati dalla diversa illuminazione degli ambiti urbani, e potrà seguire meglio la sua strada. L'illuminazione pubblica e scenografica è un po' come le stelle: aiuta a trovare la via nella notte e a decidere che direzione prendere!

 The Neos 1 floodlights are installed directly on the walls of the banks, or on 4m high lighting columns  The U2 luminaires exist in 2 sizes, one for main roads, the other for pavements and pedestrian spaces  In the centre of Vienna, the Hestia luminaires are installed in Mini and Midi versions depending on the height

I Neos 1 illuminano le banchine del canale Donau, rendendole una piacevole passeggiata serale.

Il design minimale dell'apparecchio U2 si adatta perfettamente ai contesti contemporanei.

L'Hestia è apprezzato per le sue prestazioni fotometriche e il suo design compatto e leggero.

 

Susanne Lettner is the Director of the City of Vienna's Department of Public Lighting (MA33

 

Susanne Lettner, direttrice del Dipartimento di Pubblica Illuminazione della città di Vienna (MA33), commenta con noi il piano della luce della città.

Qual è stato lo scopo nel lanciare il progetto di questo piano della luce?
A seguito della mia nomina a capo del Dipartimento nel 2004, ho avuto l'opportunità di stabilire contatti con altre città come Lione, Zurigo o Amburgo. I loro piani della luce mi hanno convinta del fatto che linee strategiche per la pubblica illuminazione sarebbero state importanti anche per Vienna. Criteri strategici comprensibili costituiscono un effettiva base di lavoro sulla quale i politici eletti possono prendere decisioni. Lo scopo del piano della luce era convincere gli amministratori dei vantaggi di un'illuminazione di qualità per la città e i suoi abitanti: spero che continuino a credere e interessarsi allo sviluppo della pubblica illuminazioen a Vienna, e che gli investimenti in questo settore crescano ulteriormente in futuro.

Il piano della luce di Vienna è stato pubblicato nel 2008. Cosa accadrà adesso?
Questo piano copre i prossimi 10 o 15 anni. E' un punto di riferimento e una base per gli amministratori e i diversi attori coinvolti nel processo decisionale. Sono consapevoli che abbiamo sviluppato il piano insieme e che faremo del nostro meglio per metterlo in opera. Ovviamente, il piano non deve essere un limite alla creatività. C'è sempre spazio per progetti speciali. Ma ritengo che il 90% degli attori della pubblica illuminazione lavorerà entro le linee stabilite dal piano.

Il risparmio energetico è un aspetto chiave del piano della luce?
Sì, certamente. La riduzione dei costi energetici generati dalla pubblica illuminazione è importante tanto quanto l'incremento della sensazione di sciurezza degli abitanti grazie a un'illuminazione di prima classe. I prodotti inseriti nel catalogo degli apparecchi parte del piano della luce sono chiaramente prodotti che offrono eccellenti risultati in termini di consumo energetico e efficienza. In più, il Dipartimento di Pubblica Illuminazioen di Vienna si è impegnato a ridurre il consumo del 5% tra il 2005 e il 2015.  

Neos lights Donau Kanal in Vienna
I proiettori Neos 1 sono installati direttamente sulle pareti lungo le banchine del fiume, o su pali di 4 metri di altezza.


Scopri più informazioni, inclusa un'intervista con Gerhard Weninger, Direttore Tecnico del Dipartimento di Pubblica Illuminazione di Vienna (MA33) e molte altre foto consultando il dossier completo.

Stampa questa pagina

Your browser is currently not supported

Don't worry, there is an easy fix. All you have to do is click the link below and follow the instructions.

outdatedbrowser.com