Luce e mobilità

La luce gioca un ruolo essenziale nella risoluzione delle problematiche legate alla mobilità

Luce e mobilità

Lighting plays an essential role in promoting public transport

Schréder, partner della città per l'illuminazione e la mobilità

Risolvere i problemi legati alla mobilità urbana è una delle sfide principali del 21° secolo. Ogni miglioramento nell'ambito della mobilità è chiaramente associato con la promozione del trasporto pubblico per i pendolari, ma cosa può essere fatto per incentivare l'utilizzo di questi mezzi da parte dell'utenza?

Uno degli obiettivi chiave è renderli più confortevoli e sicuri, e in questo ambito l'illuminazione gioca un ruolo essenziale.
E' evidente che una luce appropriata aumenta il comfort e la sensazione di sicurezza tra gli utenti. Per anni, Schréder ha progettato soluzioni illuminotecniche ad alte prestazioni adatte alle esigenze del trasporto pubblico. Le nostre soluzioni illuminotecniche contribuiscono a migliorare il paesaggio urbano e aiutano i cittadini a sentirsi più a proprio agio in città. Ciò si ottiene ottimizzando le prestazioni fotometriche degli apparecchi, risparmiando allo stesso tempo sui costi energetici e facilitando le operazioni di manutenzione.

Molte città hanno scelto Schréder come partner, tra le quali Anversa in Belgio, Marsiglia in Francia, Leipzig in Germania e Porto in Portogallo. Questo dossier si concentra su come l'illuminazione abbia contribuito al successo dei piani di mobilità inaugurati da queste città attraverso il miglioramento del comfort, della sicurezza e del valore estetico.

 

Anversa, Belgio: illuminazione per una migliore mobilità

Migliorare la mobilità
Attraverso il suo piano di mobilità, la città di Anversa vuole migliroare la qualità della vita ela sicurezza in ambito urbano. Intende anche migliorare il flusso di traffico sulle strade della città, e include vari progetti infrastrutturali per rendere la città e l'area del porto più accessibili.
Questi progetti sono, tra l'altro, basati sulla promozione del trasporto pubblico tra i cittadini e, a questo scopo, le corsie di tram e autobus sono state allargate.

Una miglior qualità della vita
Illuminare le fermate del tram e dell'autobus, così come i percorsi per raggiungerle, è una delle componenti principali del piano. "Una buona illuminazione permete agli utenti di essere guidati attraverso la città", spiega Rik De Ruysser, architetto della città di Anversa. “L'illuminazione mostra ai cittadini la struttura della città. Aiuta a costruire un ambiente sicuro e piacevole. La scelta dei sistemi di illuminazione è stata quindi oggetto di uno studio approfondito, che ha anche tenuto in considerazione l'aspetto estetico.”
Le autorità di Anversa volevano una soluzione illuminotecnica che limitasse il numero di sostegni e permettesse diversi tipi di illuminazione per ogni tipo di corsia di marcia.

Fornitura elettrica e illuminazione sullo stesso sostegno
I sostegni che portano l'alimentazione per i tram sono stati equipaggiati con proiettori Neos. Ciò ha reso possibile limitare il numero di sostegni e preservare il valore estetico del paesaggio urbano. I costi di gestione e manutenzione vengono ridotti conseguentemente.

 

 

Diversificare le aree variando l'intensità luminosa
L'ampia scelta di riflettori e sorgenti luminose disponibili per i proiettori Neos permette di rispondere adeguatamente alle specifiche esigenze progetuali. I proiettori possono quindi essere equipaggiati con diversi tipi di sorgente a diverso livello di potenza per diversificare le zone. Una sorgente al sodio ad alta pressione da 150W è usata per illuminare le strade, mentre le nuove Cosmopolis da 60W illuminano le corsie dei tram e degli autobus. I marciapiedi invece sono illuminati con proiettori Neos equipaggiati con sorgenti Cosmopolis da 140W. Il contrasto tra le diverse aree della carreggiata è così rinforzato. Questa maggior leggibilità aumenta la sicurezza per tutti gli utenti della strada, come pedoni, ciclisti, conducenti e automobilisti.

The Neos provides a flexible lighting solution for the tramway in Antwerp

Corneel Verbeemen, responsabile di progetto per il piano della mobilità di Anversa presso lo studio di consulenza TV SAM, ci da la sua visione dell'illuminazione urbana.


che ruolo può giocare la luce nell'ambito di un piano della mobilità?
Per quanto riguarda la mobilità, il ruolo principale dell'illuminazione è tracciare percorsi chiaramente visibili per i diversi utenti della strada. Un'illuminazione appropriata enfatizza anche il paesaggio urbano, e rende l'ambiente diurno più gradevole per gli abitanti.

 

Qual è stata la sfida più grande nell'ambito di questo progetto?
Era necessario fornire un buon contrasto tra l'illuminazioen stradale e delle piste ciclabili, in relazione all'illuminazione delle corsie di tram e autobus. Con l'aiuto di Schréder e degli altri partner coinvolti, abbiamo potuto trovare una soluzione ideale basata su un solo modello di apparecchio. In più, vorrei sottolineare l'eccellente supporto tecnico ricevuto da Schréder, così come l'ottimo livello di collaborazione raggiunto tra i diversi attori coinvolti nel progetto.

 

Marsiglia, Francia: tram e luce per rigenerare la Canebière e il centro città

Il Piano di Trasporto Urbano inaugurato dalla ittà e volto a riorganizzare il trasporto pubblico e educare gli abitanti di Marsiglia su come condividere lo spazio urbano. Questo è un piano che riconosce anche l'importanza dell'illuminazione di qualità per rigenerare con successo il centro città.

Assente dalla scena urbana per diversi decenni, il tram ha fatto il suo ritorno a Marsiglia. La città ha deciso di rimodernare la linea 68, costruire nuove linee e allargare le banchine, promuovendo così il trasporto "leggero". Nello sforzo di conferire alle strade di Marsiglia un'identità, la città ha chiesto che venissero appositamente disegnate due famiglie di apparecchi allo scopo di illuminare le strade, lal inea tramviaria e le aree circostanti.

Prima dell'inizio dei lavori, criteri severi sono stati definiti in relazione all'estetica e al design, così come alla gestione, all'efficienza, all'ottimizzazione del servizio e alle prestazioni luminose. Il risultato è un'illuminazione dui qualità davvero alta che migliora gli spazi pubblici, rispetta l'ambiente e preserva il panorama diurno e notturno esistente.

 

Jean-Marie Audibert, Direttore dell Pubblica Illuminazione di MArsiglia, ci parla del progetto.

 

Jean-Marie Audibert, Director of Lighting for Marseille

 

Cosa ha dato il via al nuovo piano della luce della città?
Il ritorno del tram è parte di un'importante strategia per alleggerire la congestione del traffico nel centro città, ma mira in special modo a rigenerare il centro urbano e la Canebière, la famosa strada principale di Marsiglia. Abbiamo sfruttato il vantaggio dato dai lavori di questa grande infrastruttura per rimodellare l'illuminazione pubblica della città.

Quali erano i vostri obiettivi proncipali?
Grazie alla possibilità di creare atmosfera, la luce gioca un ruolo essenziale nel dare alle città un nuovo fascino. Oltre al suo ruolo funzionale, volevamo anche che l'illuminazione migliorasse gli ambiti urbani e creasse una calda atmosfera. Dal momento che le infrastrutture per la pubblica illuminazione occupano lo spazio urbano, le autorità hanno deciso di sviluppare due amiglie di pali e apparecchi che rappresentassero l'identità di Marsiglia.

Qiuali sono stati i principali criteri per lo sviluppo del piano di illuminazione?
Oltre a obiettivi molto precisi in termini di prestazione come l'illuminazione generale, l'efficienza, la prestazione nel tempo e la gestione, eravamo alla ricerca di qualità in termini di resa del colore e distribuzione della luce.
In più, volevamo limitare l'impatto visivo installando alcuni apparecchi sui pali che alimentano la linea tramviaria.

 

Il Cristella abbellisce la città, realizzando atmosfere luminose.

Per parte della tramvia, i Gyptis sono stati installati su sostegni integrati di tesata.

 

Leipzig, Germania: luce per gli utenti della linea tramviaria

Rendere i trasporti pubblici più invitanti e migliorare la mobilità: questi sono stati gli obiettivi dell'ammodernamento della rete tramviaria di Leipzig.
La sfida? Illuminare le diverse aree urbane interessate usando un'unica famiglia di apparecchi in molteplici configurazioni, conferendo al paesaggio urbano coerenza estetica.

Dare sicurezza agli utenti
La rete tramviaria è una componente essenziale della mobilità di Leipzig. La città può contare su una rete moderna ed efficiente, apprezzata sia dagli abitanti, sia sdai turisti. Un gran parte del budget a disposizione per la modernizzazione della rete di trasporto pubblico è stata destinata all'illuminazione.
Una buona illuminazione urbana ha un impatto positivo sulla mobilità”, dice Lars Loebner, Responsabile per lo Sviluppo degli Spazi Pubblici di Leipzig. “L'illuminazione stradale e delle fermate influenza l'immagine che l'utenza ha del trasporto pubblico. La luce fa sentire i viaggiatori più sicuri all'arrivo alle banchine.”

Estetica e flessibilità
Volevamo che il sistema di illuminazione trasmettesse l'immagine di mezzi sicuri, moderni ed effficienti”, aggiunge Lars Loebner. “Volevamo anche contribuire al miglioramento del valore estetico negli spazi urbani.”
Leipzig ha dato fiducia a Schréder per la progettazione, e ha potuto rispondere a tutte le esigenze espresse grazie all'apparecchio Citea. La gamma Citea ha permesso di risolvere tutte le sfaccettature del progetto. Disponibile in tre taglie (Mini, Midi e Maxi) adatte per numerose combinazioni sul medesimo sostegno, l'apparecchio può essere utilizzato per illuminare una fermata così come un incrocio, ad esempio.

Lars Loebner, Manager for the Development of Public Spaces in Leipzig

Lars Loebner ha partecipato alla selezione del fornitore per il progetto di illuminazione della tramvia. Ci parla degli elementi alla base della scelta, a favore dell'apparecchio Citea.

 

Quali sono stati i principali criteri che hanno guidato la scelta del fornitore?
Oltre a parametri tecnici ed economici, stavamo cercando in particolare un fornitore in grado di offrire un design di qualità e senza tempo. Il progetto prevede una durata di vita pari a 30 anni per gli apparecchi. Era quindi importante che si trattasse di un design moderno, e che potesse durare nel tempo. Inoltre, era necessario che l'apparecchio potesse incorporare in futuro nuove sorgenti luminose. Schréder è stata in grado di soddisfare questi diversi requisiti, grazie alla filosofia del "tutto è possibile".

Quali erano gli elementi critici in termini di prestazioni?
La soluzione proposta, e specialmente la tecnologia dei riflettori, garantisce prestazioni fotometriche eccezionali. In più, il design fa sì che la frequenza delle manutenzioni sia ridotta.
Infine, il basso consumo energetico degli apparecchi Citea è particolarmente apprezzabile. L'integrazione di ausiliari elettronici e lampade di ultima generazione ci ha permesso di ridurre considerevolmente il consumo energetico.

 

Per consultare la versione integrale delle interviste e altre immagini relative a luce e mobilità, scarica il dossier completo.

Stampa questa pagina

Your browser is currently not supported

Don't worry, there is an easy fix. All you have to do is click the link below and follow the instructions.

outdatedbrowser.com