Come illuminare le aree pedonali

Sicurezza, comfort visivo e atmosfera

Come illuminare le aree pedonali

Requisiti fotometrici

L'illuminazione delle aree pedonali dovrebbe permettere ai pedoni di discernere gli ostacoli o altri rischi lungo il loro cammino e renderli consapevoli del movimento di altri pedoni, siano essi amichevoli o meno, che potrebbero trovarsi nelle vicinanze. Perciò, è importante l'illuminazioen sia sul piano orizzontale sia sul piano verticale.

La pubblicazione CIE 115-2010 definisce sei classi per le aree pedonali, da P1 a P6. La scelta della classe P dipende dall'importanza dell'area in termini di numero di utenti e caratteristiche del contesto.

Il riconoscimento facciale è normalmente necessario per i pedoni, quindi occorre soddisfare anche requisiti aggiuntivi come l'illuminamento verticale minimo (Ev,min) e l'illuminaemnto semicilindrico minimo (Esc,min).

I valori dei requisiti fotometrici da rispettare per le diverse classi P sono riportati di seguito, così come definiti nella pubblicazione CIE 115-2010.

Classe P1  Emed = 15 lux  Emin = 3 lux  Ev,min = 5 lux  Esc,min = 3 lux
Classe P2  Emed = 10 lux  Emin = 2 lux  Ev,min = 3 lux  Esc,min = 2 lux
Classe P3  Emed = 7.5 lux  Emin = 1.5 lux  Ev,min = 2.5 lux  Esc,min = 1.5 lux
Classe P4  Emed = 5 lux  Emin = 1 lux  Ev,min = 1.5 lux  Esc,min = 1 lux
Classe P5  Emed = 3 lux  Emin = 0.6 lux  Ev,min = 1 lux  Esc,min = 0.6 lux
Classe P6  Emed = 2 lux  Emin = 0.4 lux  Ev,min = 0.6 lux  Esc,min = 0.4 lux

Allo stesso tempo, è auspicabile una forte limitazione dell'emissione luminosa verso l'alto, al fine di ridurre gli effetti di inquinamento luminoso.

 

Sorgenti luminose

Le aree pedonali richiedono sicuramente sorgenti luminose a luce bianca per ottenere un'ottima resa cromatica (CRI = 60). Il contrasto di colore dato dalla luce bianca inoltre migliora la visibilità per i pedoni.
In più, studi recenti sulla visione mesopica hanno portato a usare la luce bianca quando il contributo della visione periferica è importante per gli utenti.
Quindi, si consiglia l'uso di sorgenti agli ioduri metallici (compatte con bruciatore ceramico o CosmpoWhite) o di LED a luce bianca.

 

Apparecchi

Gli apparecchi scelti per illuminare le aree pedinali sovrebbero presentare un alto grado di protezione (almeno IP 66), al fine di preservare le prestazioni inziali il più a lungo possibile per tutta la durata di vita dell'impianto.
Quando gli apparecchi o le lanterne sono installati ad altezze contenute (fino a 5m), bisogna tenere in considerazione la resistenza agli atti di vandalismo facendo uso di materiali robusti per la costruzione degli apparecchi, come alluminio per il corpo e vetro temprato o policarbonato per la coppa di protezione.
Gli apparecchi dovranno preferibilmente rispondere ai requisiti del marchio "La Luce Verde", così come definiti da Schréder.

 

Geometria di installazione

Grande importanza sarà data all'aspetto estetico dei sistemi di illuminazione (apparecchio e palo o sostegno). La forma e stile di apparecchi e pali dovrebbe integrarsi al meglio con il paesaggio circostante.
L'altezza di installazione degli apparecchi dovrebbe essere mantenuta relativamente bassa (almeno inferiore all'altezza degli edifici adiacenti). L'altezza massima dei pali per questo tipo di applicazione è fra i 6 e gli 8m.

Lo schema seguente mostra una tipica geometria di installazione per l'area pedonale.

 

Esempi di impianti di illuminazione per aree pedonali

Installazione di apparecchi THYLIA su palo a doppio stelo (a due altezze diverse: 6,2 e 4,2 m) lungo l'asse centrale di una strada pedonale. LA sorgente agli ioduri metallici con bruciatore ceramico è stata scelta per garantire un livello di illuminamento proprio di una classe P elevata con luce bianca.

The Thylia lights this pedestrian area providing ambiance and visual comfort

Installazione di apparecchi INOA su un lungomare molto frequentato, equipaggiati con sorgenti a ioduri metallici con bruciatore ceramico da 150W. I livelli di illuminamento raggiunti qui sono alti e superano la classe illuminotecnica P1.

The Inoa provides aethestic enhancement and visual comfort when lighting the Bund

Gli apparecchi MODULLUM Midi sono installati lungo la banchina del fiume al parco Monbijou di Berlino.
Sono equipaggiati con due moduli alla sommità di ogni sostegno, dotati di sorgenti a ioduri metallici con bruciatore ceramico.
Gli apparecchi ModulLum garantiscono l'illuminazione necessaria a soddisfare la classe P1.

 ModulLum light the riverbank of Spree River in Monbijou Park, Berlin
Stampa questa pagina

Your browser is currently not supported

Don't worry, there is an easy fix. All you have to do is click the link below and follow the instructions.

outdatedbrowser.com