Come illuminare i viali urbani

Impianti di illuminazione ad alte prestazioni sono necessari per strade intensamente trafficate

Come illuminare i viali urbani

Requisiti fotometrici

I principali viali urbani secondo la pubblicazione CIE 115-2010 devono normalmente essere illuminati nel rispetto dei requisiti delle classi ME1 o ME2, a seconda dell'importanza e delle condizioni del traffico.

I valori dei criteri illuminotecnici da rispettare sono i seguenti:

Classe M1  Lmed = 2.0cd/m²  Uo ³ 0.4 Ul ³ 0.7  TI £ 10%  SR ³ 0.5
Classe M2  Lmed = 1.5cd/m²  Uo ³ 0.4 Ul ³ 0.7  TI £ 10%  SR ³ 0.5

 

Sorgenti luminose

I viali urbani richiedono un livello di luminanza abbastanza alto e necessitano dell'utilizzo di sorgenti di potenza relativamente elevata. L'aspetto legato alla resa cromatica è di minore importanza rispetto all'illuminazione di strade commerciali, aree pedonali e centri urbani.
Per cui, le sorgenti al sodio ad alta pressione sono molto usate per questo tipo di strade. In ogni caso, anche la luce bianca può essere scelta quando si da importanza alla realizzazione di un ambiente più piacevole e con una miglior resa cromatica.

 

Apparecchi

Gli apparecchi scelti per illuminare i viali urbani dovrebbero avere une elevato grado di protezione (almeno IP 66), al fine di preservare le prestazioni iniziali per tutta la durata di vita dell'impianto.
La resistenza agli urti dovrebbe corrisponder almeno a un IK 08, in linea con la norma IEC 62262.
Questi apparecchi dovranno preferibilmente rispondere ai requisiti del marchio "La Luce Verde", così come definiti da Schréder.

 

Geometria di impianto

L'efficienza e gli aspetti funzionali dell'impianto di illuminazione sono di primaria importanza. L'estetica può essere preservata usando apparecchi funzionali dal design curato come la gamma FURYO, per esempio. Le semplici operazioni di manutenzione (sostituzione sorgente) sono importanti per ridurre i costi.
L'altezza di installazione dell'apparecchio è relativamente importante ma di rado supera i 12m.
Quando è possibile, si ricorre a installazioni unilaterali o centrali (lungo lo spartitraffico mediano).
L'impianto di illuminazione dovrebbe essere energeticamente efficiente, con un valore di SLEEC-L (Street Lighting Energy Efficiency Criterion basato sulla Luminanza) pari al massimo a 0.8W/ m²/cd/m².
Una conoscenza accurata delle caratteristiche di riflessione del manto stradale è di primaria importanza per rispondere ai requisiti di efficienza di cui sopra. Queste caratteristiche possono essere misurate grazie al nostro esclusivo riflettometri portatile Memphis.

Lo schema seguente mostra un tipico impianto per un viale urbano.

 

Esempi di impianti di illuminazione per viali urbani

Installazione unilaterale di apparecchi MAYA Maxi su sostegni modello Lutecia a 12m di altezza, lungo una strada a 4 corsie.
Gli apparecchi MAYA sono equipaggiati con sorgenti al sodio ad alta pressione da 400W al fine di garantire un risultato di luminanza rispondente ai requisiti della classe illuminotecncia ME1 (2cd/m²).

The Maya lights many of the main roads in Porto

Installazione bilaterale affacciata di apparecchi FURYO 3 su pali di altezza pari a 10m lungo due carreggiate da due corsie.
Gli apparecchi FURYO 3 sono equipaggiati con sorgenti CosmoWhite da 140W per garantire valori di luminanza tali da rispondere alla classe illuminotecnica ME2 (1,5cd/m²) con luce bianca.

The Furyo lights a main artery in Berlin
Stampa questa pagina

Your browser is currently not supported

Don't worry, there is an easy fix. All you have to do is click the link below and follow the instructions.

outdatedbrowser.com